Tipologia: Primi piatti asciutti
Prodotti caratterizzanti: Riso Arborio, pasta di salame, Fagioli di Saluggia
Regioni di provenienza: Piemonte

Ingredienti per 4 persone

350 g di riso Arborio
150 g di Fagioli di Saluggia •
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
1 bicchiere di Barbera
300 g di pasta di salame
30 g di strutto
brodo vegetale
1 cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro
Parmigiano
sale e pepe.

Mettiamo a bagno i fagioli in acqua fredda per un giorno. Soffriggiamo mezza cipolla affettata con poco strutto, aggiungiamo i fagioli scolati e facciamoli insaporire. Copriamo con abbondante brodo vegetale e portiamoli lentamente e coperti a cottura. Scoliamoli e teniamo il loro brodo di cottura a sobbollire. Soffriggiamo l’aglio e la restante cipolla con il restante strutto e la pasta di salame sbriciolata. Uniamo il riso e tostiamolo, quindi bagniamo con la Barbera e lasciamola sfumare. Aggiungiamo i fagioli e copriamo con un po’ del loro brodo. A mano a mano che il riso tende ad asciugarsi uniamo altro brodo (se non bastasse quello di cottura dei fagioli) vegetale. A metà cottura coloriamo con il concentrato. A fine cottura e fuori dal fuoco aggiustiamo di sale, mantechiamo con un po’ di Parmigiano e finiamo con una spolverata di pepe.

Ricetta di Emanuela Crescenzi “chef in tacco 12”.

Riso Arborio, pasta di salame, Fagioli di Saluggia