Tipologia: Primi piatti asciutti
Prodotti caratterizzanti: Orzo perlato
Regioni di provenienza: Trentino

Ingredienti per 4 persone
6 pugnetti di orzo
Un pezzo di cotenna di speck
30 g di lardo
abbondanti verdure miste (carota,
cipolla, sedano, fagiolini, porri,
zucchine, spinaci, patate, rape…)
2 foglie di salvia
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 mazzetto di erba cipollina
pepe nero macinato al momento
1 bicchiere di vino Marzemino
burro
sale

Sminuzziamo tutte le verdure e facciamole insaporire sul fuoco vivace con il lardo battuto, la salvia e l’aglio. Bagniamo con il vino e facciamo evaporare, poi uniamo la cotenna e copriamo d’acqua calda.
Portiamo a bollore, quindi aggiungiamo l’orzo e portiamolo a cottura a fuoco molto basso, aggiungendo di tanto in tanto acqua bollente se necessario (ci vorranno 40 minuti e l’acqua deve essere tutta assorbita).
Qualche minuto prima di spegnere il fuoco togliamo la cotenna, aggiustiamo di sale e profumiamo con il prezzemolo. Infine, fuori dal fuoco, pepiamo, condiamo con un po’ di burro e completiamo con l’erba cipollina sforbiciata.

Nota: Nella ricetta originale utilizzavano orzo integrale o decorticato, che richedevano lunghi ammolli e cotture più prolungate. D’altra parte l’orzo perlato dal punto di vista nutrizionale è meno ricco perché non ha fibre né germe.

Orzo perlato