Mossi da un profondo amore per la propria terra, l’isola di Pantelleria, i fratelli D’Ancona, Fabrizio, Massimo e Alessandro, decidono, nel 2004, di costruire su un vecchio terreno di proprietà un laboratorio per la lavorazione del Cappero di Pantelleria. Un’idea azzardata,  sia per la condizione economica in cui si trovavano sia perché tutti e tre erano già impegnati dalle rispettive attività lavorative, potendo dedicare al nuovo progetto soltanto il poco tempo libero che avevano a disposizione. Ma già nel 2005 arriva la prima soddisfazione: all’Expo dei Sapori di Milano il “Premio del Gusto” è vinto dal Pesto Pantesco Kazzen; è da questo momento che la famiglia D’Ancona, principalmente tramite la figura di Alessandro, decide di dedicarsi a tempo pieno alla neonata attività. Ottenuta le certificazioni IGP per il Cappero di Pantelleria nel 2013 e quella di “biologico” per l’azienda nel 2016, oggi il laboratorio Kazzen produce un’ampia varietà di prodotti vegetali fra cui spiccano, oltre al già citato cappero, il pomodoro e l’origano, realizzando conserve che esaltino i sapori e gli aromi naturali delle materie prime dell’isola: per raggiungere questo obiettivo è necessario il massimo rispetto verso le tradizioni del posto (di conseguenza sono categoricamente eliminati conservanti o additivi), un attento controllo della qualità che segue tutte le fasi della lavorazione artigianale, la scelta accurata delle materie prime che vengono raccolte a mano dalle due donne dell’azienda, la moglie di Alessandro, Marilena, e Mimma. Il lavoro della famiglia D’Ancona segue semplici ma precise regole, come scrive Alessandro sul sito dell’azienda (http://www.kazzen.it/index.htm): «Sopra ogni cosa amore per la natura e per l’isola di Pantelleria e – continua – ogni vaso racchiude la storia di una famiglia e di una passione, la saggezza dei contadini e lo spirito innovativo delle nuove generazioni». Ogni conserva è realizzata esclusivamente con olio extra vergine di oliva prodotto sempre dall’azienda. Tra le ultime nate, i Capperi croccanti sono stati premiati proprio al SOL&Agrifood del 2017, dove erano presenti insieme all’Accademia delle 5T, poi le foglie di cappero sott’olio. Fra i prodotti della Kazzen non solo l’extra vergine e le conserve (marmellate, pesti, creme, patè), nate dalla fantasia e abilità di Marilena, ma anche un’ottima linea di vini che hanno dato, vincendo numerosi premi prestigiosi, grandi soddisfazioni alla famiglia D’Ancona: dall’uva zibibbo nascono il Kazzè Pantelleria Bianco DOP e, naturalmente, il Passito di Pantelleria DOC Nesos.