Amarelli logo

 

 

 

 

 

La storia

A Rossano, importante centro bizantino della Calabria, nell’antico palazzo fortificato edificato nel 1400 dalla famiglia Amarelli, sorge l’azienda Amarelli.

Antichi documenti attestano che già intorno al 1500 la famiglia Amarelli era impegnata nella raccolta e nella vendita delle radici di liquirizia, particolarmente apprezzate per il loro potere tonificante da quanti affrontavano lunghe marce come i pellegrini e i soldati e da coloro che svolgevano attività faticose.

All’inizio del 1700 si sviluppa l’idea di tentare di estrarre il succo per ottenere un prodotto conservabile e trasportabile avviando la commercializzazione su scala più vasta. Viene così fondato nel 1731 il primo impianto proto-industriale per l’estrazione del succo dalle radici. Nascono così le liquirizie nere e brillanti.

Per raccontare questa storia, la famiglia Amarelli ha aperto al pubblico il “Museo della liquirizia Giorgio Amarelli” che ha ricevuto nel 2001 il “Premio Guggenheim Impresa & Cultura”.

Oggi l’ azienda ha come presidente Giuseppina Amarelli Mengano.

PINA AMARELLI Quirinale

Il prodotto

Da piante selezionate ed esclusivamente di origine calabrese nasce una liquirizia dal gusto inconfondibile, senza zuccheri aggiunti, ricca di tutte le proprietà naturali e benefiche che la caratterizzano. Il prodotto è rinomato grazie a una ricetta aziendale esclusiva ed è garantito da tracciabilità, controlli di qualità e igiene.

La liquirizia è venduta in scatole di metallo belle ed eleganti che riproducono le immagini tratte dagli Archivi della Casa.

 

Still life 40 g (6)

Il museo ” Giorgio Amarelli”

Con il museo la famiglia ha voluto rappresentare al pubblico la propria esperienza imprenditoriale, nonchè la storia di un prodotto unico strettamente legato al territorio. Il museo si trova all’ interno della storica residenza di impianto tardo-quattrocentesco, da sempre dimora e stabilimento della famiglia Amarelli.

Al museo è annesso l’Archivio che raccoglie i documenti della famiglia e dell’impresa dal 1445 ad oggi. E’ stato dichiarato     “di interesse storico particolarmente importante”.

Strada Statale, 106 – Contrada Amarelli – 87067 Rossano (CS)
Tel. 0983 511219 – Fax. 0983 510512
pina@amarelli.it
www.amarelli.it